Sezione: Ginecologia

Assorbenti interni: modi d'uso e linee guide.

L'uso di assorbenti interni è antichissimo. In molte popolazioni africane, infatti, le donne inseriscono in vagina dei lamponi di foglie, con capacità  assorbenti e, probabilmente, medicamentose.Da noi ci si chiede spesso se sia igienico e salutare ricorrere a questi assorbenti, indubbiamente pratici e comodi. Certo non si può escludere che il loro uso sistematico comporti il rischio di Infezioni vaginali o uterine. Ma se gli assorbenti vengono cambiati spesso (ogni due o tre ore), in modo da non lasciare ristagnare il sangue in vagina, i rischi sono ridotti al minimo. É consigliabile comunque limitarsi a usarli di giorno (per non lasciarli tutta la notte) e nei giorni di grande flusso.Come ormai tutte le donne sanno, anche le ragazze vergini possono inserire gli assorbenti interni. L' imene intatti non è una membrana assolutamente compatta e impenetrabile: se cosi fosse, non uscirebbe il sangue mestruale.

Ci sono donne che fanno molto difficoltà  a infilare il tampone è importante seguire con attenzione le istruzioni allegate agli assorbenti:con disegni molto chiari viene detto quali posizioni assumere per facilitare l'operazione. Si può anche lubrificare il tampone con un prodotto sterile. Talvolta, però, la difficoltà  non dipende ne dall'anatomia, ne da ragioni oggettive. Molte donne sono imbarazzate, non amano toccarsi nelle parti intime. In questo caso inutile insistere, si possono usare altri assorbenti.